Miglior aspirapolvere per auto 2018

Perché acquistare un aspirapolvere auto

Ti piace tenere la tua auto pulita e curare anche i minimi dettagli? Qualsiasi automobile, oltre alla normale manutenzione per la parte meccanica, ha bisogno di essere pulita anche al suo interno, carrozzeria a parte. Tuttavia, il tempo per recarsi all’autolavaggio non sempre è a nostra disposizione e quando c’è, ad esempio la Domenica, è necessario affrontare ore in coda solo per un lavaggio da 20 minuti. Allora perché non consideri l’idea di acquistare un bel aspirapolvere per auto, con il quale potrai passare il tuo tempo libero per pulire la macchina in giardino o nel garage? Se vuoi che la tua automobile sia sempre perfettamente in ordine, leggi i nostri consigli. Chiunque desiderasse acquistare un aspirapolvere auto, deve sapere bene quale modello scegliere. Solitamente, questo lo si sceglie in base alle proprie esigenze. Grazie ad un aspirapolvere per auto, sarà possibile raccogliere: ghiaia, terra, piccoli sassolini, sabbia e quindi risulta l’ideale per chi frequenta abitudinariamente luoghi all’aperto, ma anche polvere, peli di animali e briciole di cibo, per chi predilige fare spuntini veloci in auto o portare a spasso il cane.

Aspirapolvere per auto: professionale o no?

Prima di analizzare nel dettagli i componenti tecnici che caratterizzano questi accessori, è necessario ricordare che in commercio è possibile trovare sia l’aspirapolvere auto per uso domestico, che professionale. Questi ultimi, a dispetto di quelli per uso domestico, sono molto più grossi, potenti e rumorosi. Ovviamente, se il tuo obiettivo è quello di fare una pulita alla tua auto due o tre volte al mese, non sarà necessario acquistare un prodotto professionale, sarebbe solo uno spreco di soldi. Tuttavia, se disponi di un’attività come un autolavaggio ad esempio, allora un aspirapolvere per auto professionale è fondamentale. Si tratta di apparecchi costosi, ma che nel tempo valgono ogni centesimo speso. Hanno una potenza paragonabile ad un aspirapolvere tradizionale, grazie a motori particolarmente potenti, alimentati grazie ad una normale presa della corrente. I piccoli aspirapolvere, invece, per uso domestico, tradizionalmente sono dotati del cavo per accendisigari e possono funzionare anche a batteria. Come sempre, la scelta va fatta in base alle proprie esigenze.

Aspirapolvere per auto o aspirabriciole?

aspirapolvere per autoMolto spesso, l’aspirapolvere per la pulizia dell’auto, viene affiancato, se non confuso, con un normale aspirabriciole per uso domestico. Quest’ultimo, può fornire solo un piccolo aiuto nella pulizia dei sedili, ma solitamente, la sua potenza non è sufficiente per una pulizia approfondita. Un aspirabriciole per uso domestico, innanzitutto, lo si riconosce dal fatto che non possiede un cavo per il collegamento dell’apparecchio all’accendisigari. Inoltre, ha un vano per la raccolta della polvere piuttosto limitato. Un aspirapolvere per auto, oltre al cavo di cui sopra, dispone anche di una potenza piuttosto elevata, adatta per raccogliere non solo pietruzze e residui di cibo, ma anche peli, polvere e chi più ne ha più ne metta. Se sei alla ricerca di un prodotto particolarmente potente, magari perché vivi in una zona di campagna, dove la tua auto è sempre a contatto con polvere e terreno, ti consiglio di acquistare un aspirapolvere dotato di alimentazione elettrica, anche se da accendisigari, perché generalmente sono più potenti dei cugini alimentati semplicemente a batteria. I modelli disponibili in commercio, inoltre, dispongono di tubi e bocchette che possono arrivare un po’ dappertutto, anche negli angoli più reconditi dei sedili, dove sappiamo che la pulizia non è certo semplice.

Quali accessori sono disponibili?

Oltre all’apparecchio principale, che tutti noi conosciamo, è possibile acquistare separatamente, anche se alcuni a volte li si possono trovare all’interno della confezione del prodotto stesso, accessori aggiuntivi da agganciare al aspirapolvere auto per aumentare la sua gamma di utilizzo. Uno degli accessori che utilizzo maggiormente tuttavia, non facilmente prevedibili, sono le salviette imbevute. Queste sono molto utili, dopo aver passato il piccolo aspirapolvere, per pulire e lucidare l’auto, senza prodotti aggiuntivi. Tuttavia, se vuoi far risplendere la tua auto come se fosse nuova, potresti pensare di acquistare qualche lucida-cruscotto in particolare. Molto utili, possono essere anche i panni pelle per pulire i vetri, che necessitano di prodotti specifici, ed ovviamente, un po’ di acqua. L’uso complementare di tutti questi accessori, è fondamentale per pulire efficacemente gli interni della tua auto e fanno la differenza tra un’auto pulita al 100% ed un’auto pulita a metà.

L’importanza del filtro: quale scegliere

Innanzitutto, una delle caratteristiche principali dell’aspirapolvere auto, è il suo sistema di filtraggio. Questi sono fondamentali, perché non consentono allo sporco catturato, di rientrare in circolazione nell’aria. Ci sono diversi tipi di filtri; i filtri di carta elettrostatici. Sono piuttosto efficaci, poiché riescono a trattenere molto bene la polvere. Se vuoi combattere acari e spore, invece, perché in auto magari salgono anche soggetti allergici, sarebbero meglio filtri di classe S o Hepa. Da pochi anni, inoltre, è possibile trovare in commercio i filtri in micro-trama. Infine, ricorda di cambiare frequentemente il sacchetto (se disponibile) oltre al filtro. I modelli più innovativi, non dispongono di sacchetto, ma solamente di un vano raccogli-polvere. Questo va svuotato anch’esso di frequente, in modo da non perdere potenza nell’aspirapolvere per auto. Infine, troviamo i filtri ad acqua. Questi sono molto efficaci quando vengono abbinati ai potenti filtri Hepa e sono particolarmente indicati per chi soffre di allergie.

Potenza dell’aspirapolvere

aspirapolvere autoOltre ad avere un ottimo sistema di filtraggio, un buon aspirapolvere auto, deve anche disporre di un’ottima potenza e questa è data dal suo motore. La potenza elettrica però, non va confusa con quella aspirante, perché sono due cose ben diverse. Solitamente, quest’ultima viene indicata con la sigla Kpa, oppure mm/H2O. Solitamente, un buon aspirapolvere per la pulizia dell’auto, deve avere un valore di Kpa compreso tra 13 e 22, oppure, in alternativa, un mm/H2O compreso tra 1300 e 2000. Altre misurazioni che si possono trovare sulla confezione di un aspirapolvere per auto, sono l’air Watt. In questo caso, un buon aspirapolvere, deve avere dei valori di air Watt compresi tra 250 e 400. Per concludere quindi, è necessario ricordare che oltre all’utilizzo dell’aspirapolvere, nell’auto, per una pulizia completa, sono necessari anche altri prodotti, ma senza un buon aspirapolvere, il tuo lavoro potrebbe essere sprecato, per cui scegli bene!