Come pulire le fughe del pavimento

Quelle fessure che si trovano tra una mattonella oppure tra una piastrella e l’altra, si chiamano fughe. Tra le operazioni seccanti, rientra la pulizia delle fughe del pavimento. Anche se è noiosa, deve, tuttavia, essere effettuata dato che è proprio lì che si vanno ad annidare muffe e sporcizia, in special modo in ambienti particolarmente soggetti ad un tasso di umidità alto come, ad esempio, la stanza da bagno.

Anche le fughe del pavimento degli altri ambienti, richiedono una pulizia, visto che, con il tempo, tendono ad annerirsi, dando vita ad un antiestetico e antigienico risultato. Ma allora come possiamo pulire le fughe del pavimento?

Le fughe del pavimento: un dettaglio da non sottovalutare

In linea generale, quando si deve ristrutturare una casa, oppure se ne sta facendosene costruire una nuova, il più delle volte ci si concentra maggiormente sulla scelta del pavimento oppure sul tipo di rivestimento. Invece, sarebbe bene, oltre che pensare al semplice effetto estetico che si intende raggiungere, considerare le fughe, ovvero a quegli spazi che possono avere differenti dimensioni e spessori e che, poi, dovremo mantenere puliti.

In più di una occasione, il lavoro di pulizia svolto per fare in modo che venga ad essere preservato l’originario splendore delle piastrelle, viene ad essere vanificato dallo sporco delle fughe del pavimento. Per evitare ciò, vediamo cosa si può fare.

Per pulire le fughe del pavimento senza fatica

Per rendere splendenti e pulite le fughe del pavimento, oggigiorno, la tecnologia ci propone le migliori soluzioni. Il che ci permette di eseguire questa operazione senza che ci si debba stressare. Ovviamente, la possibilità di scegliere efficienti e moderni elettrodomestici, non preclude affatto di usufruire di rimedi naturali.
Se, come è oramai accertato, la classica passata con il detersivo non è un rimedio sufficiente per pulire questi spazi, possiamo, pertanto, utilizzare la potenza e la tecnologia dei moderni elettrodomestici unitamente ai rimedi naturali. Vediamo alcuni esempi.

Il bicarbonato

Tra i più semplici ed economici rimedi naturali per pulire le fughe del pavimento, troviamo il bicarbonato. Facile da reperire, unitamente all’acqua calda permette una perfetta pulizia. Basterà far agire il composto per circa una trentina di minuti. Per uno sporco particolarmente resistente potremo utilizzare uno spazzolino.

Aceto bianco

Altro elemento naturale, e presente in tutte le case, è l’aceto bianco. Noto per la sua azione antimuffa e sbiancante, è una validissima alternativa per pulire in maniera semplice e veloce le fughe del pavimento. Una soluzione di acqua tiepida e di aceto messa in un comunissimo spruzzino, sarà l’arma letale per ogni genere di sporco.

Oltre che questi antichi rimedi naturali, vi sono altrettante soluzioni ecologiche che possiamo utilizzare nella battaglia contro lo sporco che si annida nelle fughe del pavimento. Infatti, in commercio si può trovare una infinità di elettrodomestici che possono rendere la pulizia una semplice passeggiata. Attrezzature, quindi, appositamente realizzate per facilitare la pulizia e che consentono di ottenere un risultato igienizzante di lunga e sicura durata.

La lucidatrice per parquet per pulirlo accuratamente senza danneggiarlo

Quando si tratta di pulire in maniera accurata e senza rovinare il parquet, è bene scegliere gli strumenti giusti. Indubbiamente, in questo caso la vera e unica star è la lucidatrice per parquet. Solo lei, infatti, potrà assicurare una perfetta igiene senza che venga ad essere danneggiato un così delicato materiale naturale come, appunto, il legno.

Di anno in anno, un pavimento in parquet vive e può essere danneggiato in vari modi per ridurre questi possibili rischi, è fondamentale mantenerlo regolarmente, un qualcosa che potrà essere facilmente effettuato grazie alla lucidatrice per parquet. Caratteristico elettrodomestico utilizzato per ottenere una perfetta lucidatura di questo tipo di pavimento, in linea generale, è fornita di due particolari tipi di spazzole, le quali offrono una differente tipologie adatta tanto per pulire quanto per effettuare la tipica azione lucidante.

Anche per questa ragione, è considerato un elettrodomestico poliedrico e con una importanza notevole per manutenere correttamente il parquet e, nel contempo, fare in modo che questa superficie calpestabile sia sempre con un alto livello di igiene.

La lucidatrice per parquet, oltre che rappresentare una perfetta soluzione in casa, è un valido mezzo da poter utilizzare in ambienti diversi quali uffici e locali aperti al pubblico. Infatti, in commercio se ne possono trovare di tipi diversi, modelli, dunque, pensati tanto per zone di ridotta dimensione, come pure per lucidare parquet di più ampie superfici.

Impariamo ad utilizzare la lucidatrice per parquet

Come si ricordava, il parquet tende, con il tempo, a perdere quella sua caratteristica bellezza e luminosità. Tra le molteplici cause, si possono ricordare, a titolo di esempio, il continuo passaggio, colpi, graffi e la stessa luce solare.

Per far sì che possa ritornare agli antichi splendori, la lucidatrice per parquet è la soluzione migliore. In pratica, con essa saremo certi di conseguire un risultato che sarà perfetto sotto ogni punto di vista.

Per imparare come si possa utilizzare al meglio una lucidatrice per parquet, per prima cosa si deve avere una corretta idea di cosa sia e a cosa serve. In generale, è un elettrodomestico che è formato da:

  • Una base che è al contempo aspirante e pulente, dotata di vari comandi
  • Un tubo flessibile, il quale funge da filtro al fine di catturare i detriti
  • Un serbatoio, di solito intercambiabile, che è preposto a raccogliere la polvere

La funzione primaria di una lucidatrice per parquet, quindi è sia pulire e sia lucidare. Pertanto, è uno strumento facilmente manovrabile, di semplice e facile utilizzo che, grazie alle sue spazzole rotanti, agisce direttamente sul parquet.

Come scegliere una lucidatrice per parquet?

Dato che sono i dettagli a determinare la qualità, seppure brevemente, annotiamo cosa è bene osservare quando si sta per acquistare una lucidatrice per parquet.

Ruote del carrello

Tra multi-direzionale e mono-direzionale vi una certa differenza. Per una perfetta maneggevolezza scegliamo un modello dotato di ruote sferiche.

Il serbatoio

La sua capacità va ad incidere sulla autonomia della lucidatrice per parquet. Di conseguenza, se ne potrà scegliere uno con una portata limitata se dovremo utilizzarla in ambienti ridotti, mentre, se questi sono ampi allora è bene acquistarne una con una capacità elevata.

In ultimo, è da considerare il sistema relativo alla trasmissione della sua potenza.