Miglior lucidatrice 2018

Che cos’è

La lucidatrice è un elettrodomestico che viene usato per la manutenzione e la pulizia dei pavimenti in linoleum, piastrelle, marmo e legno. La lucidatrice è un apparecchio assolutamente indispensabile per chi desidera ottenere un’accurata pulizia, ma che sia allo stesso tempo veloce e pratica. Sul mercato, è possibile trovare modelli per ogni esigenza, di moltissimi marchi e la scelta va fatto solo in base alle proprie esigenze. Questo elettrodomestico, molto simile ad un aspirapolvere, è formato principalmente da un motore, un serbatoio per la raccolta della polvere, smontabile e lavabile, un tubo flessibile per la raccolta dello sporco e una base pulente, aspirante e lucidante, che dispone di vari comandi. Si tratta di un apparecchio progettato principalmente per un utilizzo casalingo, ideale per lucidare e pulire superfici di qualsiasi genere. Solitamente, nel kit di accessori di una buona lucidatrice, sono fornite varie spazzole, ideali per le varie superfici. Alcune di esse, sono in grado di eliminare anche lo sporco più difficile. In genere si tratta di spazzole rotanti o oscillanti, che sono le migliori per pulire in modo veloce ed efficaci, le superfici più maltrattate.

PRODOTTO Capacità Wattaggio VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
4,0 l 800 W VEDI PREZZI
4,0 l 600 W VEDI PREZZI
3,0 l 1000 W VEDI PREZZI
3,0 l 800 W VEDI PREZZI
0,8 l 1200 W VEDI PREZZI
4,0 l 700 W VEDI PREZZI
3,5 l 800 W VEDI PREZZI
3,5 l 600 W VEDI PREZZI

Come funziona

La lucidatrice è un elettrodomestico che funziona generalmente a spinta, per cui, alla base troviamo sempre delle ruote, mono o pluri direzionali. Questa caratteristica è una delle tante che differenzia un modello dall’altro. Ovviamente, è fondamentale scegliere un modello che sia maneggevole e facile da trasportare in giro per casa, anche sulle superfici più dure e difficili da trattare, ma che soprattutto non sia realizzato con materiali troppo pesanti, che possono rendere faticoso il lavoro. I materiali devono essere solidi però, cosicché l’apparecchio possa durare per molto tempo. Altra caratteristica che differenzia una lucidatrice dall’altra, è la sua capacità. Il vano per la raccolta della polvere, può variare a seconda delle proprie esigenze. Se la superficie da trattare è molto ampia, sarebbe utile scegliere un apparecchio dalla capacità elevata. Mentre se l’ambiente domestico non è troppo esteso, ci si può accontentare anche di una ridotta capacità. Altra importante caratteristica da prendere in esame prima dell’acquisto di una lucidatrice qualsiasi, è la sua potenza. I modelli che offrono un buon rapporto qualità/prezzo, in genere hanno una potenza che si aggira attorno ai 600/800 watt. Per quanto riguarda il “form factor”, la sua forma e il suo design, in commercio è possibile trovare prodotti per pavimenti molto sottili, di altezza massima 12 cm, con le quali è possibile muoversi agevolmente su qualsiasi superficie. È possibile scegliere tra lucidatrici in acciaio, laccate o colorate, a seconda dei propri gusti personali. Oltre a costruire apparecchi utili ed efficaci, oggi molti marchi rivolgono una particolare attenzione anche al loro design, perché si sa, anche l’occhio vuole la sua parte! Per finire, è possibile acquistare una lucidatrice silenziosa, che durante il lavoro non disturbi i vicini con “rumori molesti”.

Caratteristiche

lucidatriceSe ti sei finalmente deciso ad acquistare una lucidatrice per i tuoi pavimenti, allora devi considerare innanzitutto i modelli presenti in commercio, per poterti orientare di conseguenza ed in base alle tue esigenze. La prima cosa a cui devi pensare, è l’uso a cui è destinato l’apparecchio: devi pulire superfici molto ampie o casa tua ha una metratura ridotta? Quali tipologie di pavimento hai in casa: parquet, marmo o semplici piastrelle? In caso di parquet, ad esempio, esistono lucidatrici progettate appositamente per questo scopo, che sono più delicate. Indipendentemente dalla superficie che dovrai pulire, per ottenere un risultato migliore, è necessario che l’apparecchio acquistato, disponga degli accessori minimi. Le spazzole, infatti, devono essere almeno tre e possedere le seguenti caratteristiche:

  • Spazzola morbida – serve per la lucidatura finale dei pavimenti, dopo che sono stati lavati e puliti efficacemente. Solitamente, sono realizzare con il feltro, che garantisce una lucidatura splendente.
  • Spazzola dura – questa è l’ideale per stendere sul pavimento uno strato di cera protettiva o lucidante.
  • Spazzola oscillante – si tratta della più comune, che serve per pulire, oltre che a lucidare la superficie, adatta sia per parquet che piastrelle.

Manutenzione

La manutenzione riveste un ruolo molto importante nella vita di una lucidatrice. Questa consente di tenerla in ottimo stato negli anni e garantirsi sempre le migliori prestazioni possibili. In termini di apparecchio nudo e crudo, questo va pulito periodicamente, con panni morbidi, leggermente umidi e asciugati perfettamente. Ma le parti più importanti sono le spazzole e queste vanno pulite spesso e volentieri. Solitamente, si può utilizzare acqua e sapone, se non diversamente indicato dallo stesso produttore. È fondamentale evitare che all’interno delle spazzole si accumuli sporco o umidità. In commercio, la maggior parte delle lucidatrici, sono dotate di un pedale che consente di scegliere la potenza desiderata a seconda delle superficie da trattare o dello sporco da rimuovere. È per questo motivo che le parti meccaniche vanno pulite regolarmente, per evitare che al loro interno si possa accumulare polvere e danneggiarle, compromettendo il funzionamento della lucidatrice.

Consigli d’uso

Per utilizzare efficacemente la lucidatrice per qualsiasi superficie, è necessario adottare una serie di piccoli accorgimenti, utili per evitare qualsiasi tipo di incidente domestico:

  • non lasciare incustodito l’apparecchio elettrico vicino a vasche da bagno o lavabo, soprattutto se la presa della corrente è inserita, e non utilizzare la lucidatrice a piedi scalzi;
  • se desideri pulire l’elettrodomestico, assicurati sempre di aver dapprima rimosso la presa dalla corrente;
  • quando stacchi la spina, fallo delicatamente, senza strappi, per evitare di danneggiare i collegamenti interni, ed in futuro, l’apparecchio stesso;
  • se l’apparecchio è ancora caldo dopo il suo utilizzo, non avvolgere attorno ad esso il cavo della corrente elettrica;
  • se ti assenti da casa per molto tempo, non tenere la lucidatrice attaccata nella presa della corrente;
  • per un efficace funzionamento dell’apparecchio, è fondamentale controllare prima del suo avviamento, che ogni pezzo sia montato in maniera corretta;
  • non avvicinarti mai con il viso al foro di aspirazione;
  • non aspirare mai liquidi infiammabili come alcol o benzine, e nemmeno corpi incandescenti, come cenere o mozziconi accesi;
  • se il pavimento è bagnato, bisogna prima asciugarlo e poi passare la lucidatrice;
  • per un corretto funzionamento e un’ottima durata nel tempo, pulisci regolarmente spazzole, sacchetto (dove presente) e filtri.